(1) Nome o sigla aziendale

(2) Numero iscrizione Albo Regionale Speciale delle Imprese Artigiane art. 8 L.15/02.

(3) Sigla della tipologia merceologica a cui appartiene il progetto.
Art.1
(Il Contrassegno di Origine e Qualità)
1. Il contrassegno di origine e qualità così come definito ed approvato dal Comitato Regionale per l’Artigianato Artistico e     Tradizionale (art.9, L.15/02) risulta costituito dal seguente simbolo grafico di base (vedi sopra).
2. Elementi principali del contrassegno sono: la dicitura “Regione Calabria”(tipo carattere Comic Sans MS) seguita dalla      denominazione di “Artigianato Artistico e Tradizionale”(tipo carattere Arial) ed all’interno del tondo, apposta  vicino all’immagine, la denominazione specifica “Oreficeria”(tipo carattere Arial);
3. Nel modello di contrassegno di origine e qualità restano disponibili appositi campi delimitati, in modo da consentire      ai singoli artigiani, iscritti al registro, di apporre i segni necessari per la propria identificazione, riportando:
- al punto 1: il nome o la sigla aziendale utilizzata;
- al punto 2: il numero di iscrizione all’albo regionale speciale delle imprese artigiane (art. 8 Legge 15/02);
- al punto 3: la sigla della tipologia merceologica a cui appartiene il progetto;


Art.2
(Modalità per ottenere il contrassegno di origine e qualità)

Per ottenere l’uso del contrassegno di origine e qualità le aziende artigiane, singole o associate, possono inoltrare domanda al Comitato Regionale per la tutela e valorizzazione dell’artigianato artistico e tradizionale (art. 9 L.R.15/02).
Alla domanda devono allegare:
- 1.Certificato di iscrizione all’albo delle imprese artigiane o alla separata sezione, se trattasi di imprese associate;
- 2.Relazione dettagliata, corredata di congrua documentazione a conferma di quanto riportato nella relazione stessa,      riguardante;
- a) le caratteristiche tecniche e merceologiche degli oggetti prodotti;
- b) le tecniche e gli stili tradizionali, nonché il tipo di lavorazione, il relativo processo produttivo ed i materiali utilizzati.


Art.3
(Istruttoria domanda)

1. La Regione Calabria è tenuta ad effettuare l’istruttoria delle domande entro 60 giorni dalla richiesta;
2. I richiedenti sono tenuti, a fornire, alla Regione ogni altro documento ritenuto necessario ai fini dell’istruttoria;
3. L’uso del contrassegno è concesso con decreto regionale su proposta del Comitato di cui all’art.9;
4. Il decreto è pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Calabria;
5. Le procedure, relative agli eventuali ricorsi, vengono disciplinate dalle normative vigenti in materia di ricorsi   amministrativi.


Art.4
(Soggetti autorizzati all'uso del contrassegno di origine e qualità )

1. Sono autorizzati all’uso del contrassegno, le imprese ed i consorzi che, previo accertamento da parte del Comitato Regionale di cui all’art.9 della L.R.15/02, della rispondenza dei requisiti delle proprie produzioni ai disciplinari di produzione ed avendo ottenuto il decreto di concessione ai sensi dell’art. 7 della L. R. 15/02 , sono state iscritte nell'Albo regionale speciale delle imprese artigiane.(art.8 L.R.15/02);
2. Le imprese, singole o associate, sono autorizzate ad utilizzare il contrassegno di origine e qualità dal momento dell'annotazione nell’albo regionale speciale, effettuata ai sensi dell'art 8 L.R.15/02;


Art.5
(Modalità di utilizzo del contrassegno di origine e qualità )

1. Le modalità di utilizzazione del contrassegno di origine e qualità sono disciplinate dal presente regolamento.
2. Ferma restando l'immagine grafica stabilita per il contrassegno, l'impresa è autorizzata ad utilizzare il contrassegno di origine e qualità nella versione a colori o in bianco e nero anche inserito nel marchio aziendale, o quale etichetta assestante o impresso sul prodotto, nelle dimensioni più confacenti alle diverse esigenze.
3. L'impresa deve utilizzare il contrassegno di origine e qualità nella forma e con le modalità grafiche previste, esclusivamente per la propria impresa, essendo esclusa la facoltà di autorizzare terzi, compresi eventuali subfornitori, ad utilizzare il contrassegno in qualunque modo o forma. 4. L'uso e la pubblicizzazione del contrassegno di origine e qualità può avvenire:
a) in ogni documento di presentazione dell'impresa (quali ad esempio, carta intestata, biglietto da visita e fatture);
b) in ogni iniziativa commerciale o pubblicitaria;
c) negli stand presso fiere ed esposizioni;
d) nel contesto dell'insegna dei propri laboratori.
5. I consorzi possono utilizzare il contrassegno esclusivamente per le produzioni per cui è stato richiesto e destinate alla commercializzazione consortile.
6. I consorzi assicurano il corretto uso del contrassegno da parte dei propri associati che possono contraddistinguere con il contrassegno, solo le produzioni che ne hanno ottenuto il riconoscimento, anche nelle proprie botteghe e nell’utilizzo di propri spazi espositivi.


Art.6
(Controlli e vigilanza)

1. L’attività di verifica e vigilanza, sull’osservanza dei disciplinari di produzione e della rispondenza delle produzioni cui è attribuito il contrassegno di origine e qualità, è realizzata con le modalità previste dall’art.7 comma 4° della Legge Regionale 15/02.
2. Il Comitato, di cui all’art.9 L.R.15/02, vigila sull’uso appropriato del contrassegno e propone alla Giunta Regionale l’entità della sanzione pecuniaria per l’uso illegittimo del contrassegno di origine e qualità che va da un minimo di Euro 1.032,91 a un massimo di Euro 10.329,14.
3. La revoca dell’utilizzo del contrassegno di origine e qualità per decadenza dei requisiti di ammissibilità produce automaticamente la cancellazione dell’impresa dall’albo speciale delle imprese dell’artigianato artistico e tradizionale.
4. Le procedure relative agli eventuali ricorsi vengono disciplinate dalle normative vigenti in materia di ricorsi amministrati.

Come ottenere il riconoscimento:
Compilare l'apposito modulo, scaricabile anche dal sito, ed inviarlo al Comitato Tecnico Artigianato Artistico e Tradizionale (ART.9 Legge Regionale 15/02).



Scarica il modulo per le aziende
Scarica il modulo per i consorzi

SETTORI: Abbigliamento e tessile | Ceramiche | Gioielli e preziosi | Lavorazione del ferro | Lavorazione del legno | Lavorazione del vetro | Lavorazione di pietre e marmi| Strumenti musicali|
Webmaster l'Officina delle Idee - © Copyright 2009